150 anni di Azione cattolica: laici associati, impegnati perché sempre più persone e
famiglie trovino nell’Associazione uno spazio di accoglienza, di fraternità, di vita buona.

Centocinquanta… e non sentirli!

Un anno importante, questo 2018, che vedrà l’Azione cattolica impegnata a celebrare e far memoria dei suoi 150 anni di fondazione con momenti pubblici e a carattere nazionale. La prima tappa è stata percorsa in un Convegno a Bologna l’8 settembre 2017. L’Isacem, l’Istituto per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico in Italia Paolo VI, che ha organizzato e realizzato l’evento bolognese, ha sviluppato un progetto di ricerca complessivo e ambizioso finalizzato ad approfondire la storia dell’Azione cattolica italiana nel centocinquantesimo anniversario della fondazione.
Il progetto di ricerca, articolato in varie tappe, vuole restituire un quadro complessivo della parabola storica della più antica e radicata associazione del mondo cattolico, desidera far emergere le peculiarità del contributo offerto alla vita del paese e vuole mettere a punto anche lo stato delle fonti per sviluppare una ricerca di insieme. La seconda tappa ha visto un momento pubblico, ad Assisi il 29 gennaio 2018 all’interno dell’appuntamento dedicato agli assistenti diocesani e regionali dell’associazione, su il ruolo dell’assistente nei centocinquant’anni della storia dell’Azione cattolica. Mentre a Roma, presso la Domus Mariae, il 9-10 febbraio, si è svolto, in occasione del tradizionale “Convegno Bachelet”, giunto alla XXXVIII edizione, il Convegno «Azione cattolica e azione politica». Centocinquant’anni di impe- gno per il Paese, promosso dalla Presidenza nazionale dell’Ac, l’Istituto “Vittorio Bachelet” e l’Isacem. Relazioni di Trionfini, Margotti, Cananzi, Elia, Nepi, Ivaldo, Draghetti e Truffelli (per i contenuti leggere l’articolo, ndr.) Un’altra tappa prevede un Convegno, che ha luogo a Milano, all’Università Cattolica del Sacro Cuore, il 16 marzo sulla storia dell’educazione nell’associazione, incrociando competenze diverse negli studiosi coinvolti. L’impegno educativo dell’Azione cattolica italiana in centocinquant’anni di storia, questo il titolo del Convegno, vedrà le relazioni, tra gli altri, di Paola Bignardi, Luciano Caimi, Angelo Gaudio, Pier Paolo Triani, Fulvio De Giorgi, Luciano Pazzaglia. Seguiranno poi una serie di convegni a livello diocesano o regionale messi in cantiere tra febbraio e ottobre del 2018 per sondare la storia dell’associazione nel suo radicamento territoria
le, attraverso la presentazione di ricerche specifiche sui contesti locali. Segnaliamo in particolare il pellegrinaggio-testimonianza sulle tracce di Mario Fani che si terrà il 7 settembre a Viterbo organizzato da Presidenza nazionale e Delegazione regionale del Lazio. Un altro appuntamento importante è quello che si terrà il 28 aprile di sera, all’interno del Convegno nazionale dedicato alle presidenze diocesane, a Roma. Si tratterà di un racconto del 150° animato da letture, musiche, monologhi, video. La tappa conclusiva sarà incentrata, infine, su un Convegno, programmato a Roma il 6-7 dicembre 2018, per portare a sintesi i risultati delle molteplici ricerche presentate lungo l’intero anno. Il Convegno avrà come titolo L’Azione cattolica italiana nella storia del Paese e della Chiesa (1868-2018). Una mappa interattiva e dettagliata sulle iniziative già realizzate e in corso, infine, sulle tante iniziative disseminate nel territorio nazionale da parte delle diocesi, è presente nel sito 150.azionecattolica.it. Ogni diocesi è ancora in tempo a segnalare sul sito le iniziative che riguardano i 150 anni di storia dell’Ac.

Categorie: Progetto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi