Casa San Girolamo è il “polmone spirituale” dell’Ac dove fare esperienza intensa e fraterna di contemplazione, discernimento e vita spirituale.

Per andare alle radici della fede

di Michele Pace – La immagino così la casa di Nazareth: un mobilio essenziale e qualche provvista accantonata negli angoli più freschi della casa; il banco da falegname ad accoglierti sull’uscio e un fuoco acceso ad abbracciarti con il suo tepore; l’odore acre di segatura, frammisto a quello fragrante del pane appena sfornato. Tra quei colori e tra quegli odori si svolse la vita quotidiana di una famiglia come tante che però portava dentro di sé un segreto arcano: la presenza del Dio fatto uomo. Eppure da quella piccola casa nel cuore di un minuscolo villaggio di Galilea è partita la più grande avventura di fede e di amore che l’umanità abbia mai conosciuto. È proprio a quella esperienza fontale che Casa San Girolamo vuole condurre chiunque sceglie di fermarsi per vivere un momento di pace, o semplice
mente preferisce effettuare anche solo una sosta per volgere un saluto a colui che per anni è stato il custode di questo luogo incantevole: fratel Carlo Carretto. Quante persone sono salite in quel periodo (fra la metà degli anni ’60 e la fine degli ’80) a San Girolamo per farsi guidare da Carlo in una esperienza di ascolto, di lavoro e di vita fraterna! Proprio per questo l’Azione cattolica ha scelto già da qualche anno, così come ribadito nell’ultima Assemblea nazionale, di continuare ad investire su questa realtà. Ancora oggi, come negli anni del piccolo fratello e come per la Santa Famiglia di Nazareth, lo stile rimane intatto: ascolto, lavoro e vita fraterna.
Dopo la Quaresima, l’agenda estiva I weekend di Avvento e di Quaresima hanno avuto lo scopo di condurre gli ospiti nel cuore della Parola. Momenti in cui i partecipanti sono stati aiutati ad entrare nella propria vita, fatta di lavoro, studio, relazioni, responsabilità, per leggerla alla luce dell’Evangelo. Ciascuno ha potuto mettere la propria esperienza a servizio degli altri attraverso quella condivisone fraterna capace di andare nel profondo.

Dinanzi a noi ancora un tempo ricco, quello dell’estate. Un tempo in cui le porte della casa si apriranno, come sempre, ad una accoglienza quotidiana. Coloro che vorranno passare, in qualsiasi momento della giornata, potranno trovare due mani e un cuore ad accoglierli. Un periodo impreziosito da una serie di proposte dai ritmi più diversi: da momenti di studio, a momenti di spiritualità, a momenti in cui vivere esperienze di incontro con la natura e con il territorio. Linguaggi diversi che si vogliono mettere a servizio di tutti i cuori pellegrini alla ricerca di Dio.

La proposta delle “Conversazioni” L’estate, inoltre, sarà, il tempo propizio per fare di San Girolamo una palestra dove esercitare l’arte delle alleanze. Provare, cioè, attraverso iniziative concrete, a mettersi in dialogo con realtà locali e con associazioni che condividono i nostri stessi desideri e aspirazioni. Una di queste esperienze è quella delle cosiddette “Conversazioni di Spello”, organizzate in collaborazione con il Comune di Spello. Questa occasione, il prossimo 15 settembre, vedrà la presenza di mons. Pierbattista Pizzaballa, patriarca di Gerusalemme, e Shahrzad Houshmand Zadeh, docente di Cultura islamica, che dialogheranno attorno a un tema quanto mai attuale: Cattolici e islam.
Vita fraterna e Parola di Dio Pensando a San Girolamo il cuore di ciascuno di noi non può che riempirsi di gratitudine. Non possiamo infatti non rendere grazie al Signore perché continua a parlare da quel monte, attraverso la diponibilità e la competenza di tanti sacerdoti e laici che continuano a spezzare e donare la Parola di vita. Non possiamo non lodare Dio perché attraverso la vita fraterna ci permette di condividere la bellezza di relazioni profonde che partono dal sentirsi figli dell’unico Padre. Ma il nostro grazie va a tante persone della nostra associazione che con infaticabile impegno fanno in modo che questa esperienza continui a sprigionare calore e bellezza. Allora se vuoi trovare quel mobilio essenziale e quelle provviste, il banco da falegname e il tepore del fuoco, l’odore della segatura e del pane appena sfornato, Casa San Girolamo è pronto ad accoglierti. Vi troverai le radici della tua fede, della nostra fede; troverai una famiglia che custodisce nel suo cuore la presenza del Dio fatto uomo.

Categorie: Progetto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi