Al vedere la stella è il progetto con cui dal 2017 l’Ac sostiene economicamente ogni volontario che intenda trascorrere dieci giorni nella Casa Hogar Niño Dios a Betlemme per prendersi cura di bambini e ragazzi con disabilità.

Al vedere la stella  –  marzo 2019

Chi torna da Betlemme lo riconosci dalla voglia che ha di parlare e di farti sapere tutto quello che è successo in dieci giorni. E mentre parlano si guardano, e tra la strada invisibile del loro sguardo ti accorgi che con il cuore sono tornati in quella casa, all’Hogar e stanno “passando in rassegna” tutti gli sguardi e i volti che hanno lasciato. Li senti parlare e raccontare, ma con il cuore sono tornati laggiù, a Betlemme e da lì vogliono ripartire nella loro vita fatta di giorni normali.

Da luglio 2017 sono partiti, per tutti i mesi dell’anno, almeno 100 giovani di ogni parte d’Italia per andare a “stare” presso l’Hogar di Betlemme insieme ad un famiglia di bambini e bambine, ragazzi e ragazze che per molti problemi vivono custoditi dalle suore del Verbo Incarnato.

I giovani italiani partono dall’Italia nel bel mezzo della loro quotidianità per dare una “smossa” al cuore, per trovare così il modo per entrare di più  nella loro vita fatta di giorni e di ore sempre molte impegnate.

Partono per trovare senso alla loro storia, per fare un’esperienza nuova, per cercare di trovare la forza per ripartire dopo qualche pesantezza di troppo. Ma la bellezza di questo viaggio è il ritorno. Sì, perché dopo 10 giorni si torna e tornano subito nelle loro vite stra impegnate di cose, ma tornano con desideri diversi e con l’idea di custodire l’esperienza che hanno fatto.

Il viaggio a Betlemme e il servizio ai bambini di Hogar sta facendo molto bene a tutti: fa bene a chi parte e per 10 giorni si trova catapultato in un mondo diverso; fa bene alle persone che hanno poi la fortuna di sentire il racconto (qualcuno partirà solo perché ha sentito il racconto di qualcun altro); sta facendo bene alla Presidenza nazionale e all’Ac tutta. Dall’inizio,  intravedendo il bene che da questo progetto sarebbe venuto fuori, la Presidenza nazionale si è impegnata a sostenere economicamente, pagando la metà del biglietto. Questo impegno economico serve per dare la possibilità ai giovani di partire e di non sentirsi esclusi da tanta bellezza.

Ripartire dagli inizi della nostra storia di fede: questo è per noi il servizio a Betlemme.

È cercare un senso alla propria vita partendo dai più piccoli. Non è un servizio per “super credenti” ma è una possibilità per tutti di ridare senso profondo alle cose della vita.

Categorie: Progetto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi